Mag 04

Cambio di stagione, come cambiano i capelli?

Sentiamo dire spesso che i cambi di stagione rappresentano un momento particolarmente critico per il benessere dei capelli. Questo perché, nelle stagioni di transizione, la caduta dei capelli può aumentare sensibilmente per un fatto fisiologico, che non è causa di calvizie o diradamento, sempre che questo ricambio resti equilibrato e non si trasformi in vera e propria caduta…

 

In primavera dobbiamo stare attenti a prenderci cura dei capelli in modo che questi siano preparati per la stagione estiva, nella quale i lavaggi diventano sempre più frequenti con l’aumentare delle temperature, e in certe zone con l’aumentare dell’umidità. Abbiamo parlato la settimana scorsa di come lavare i capelli nel modo corretto, e questo è certamente un valido accorgimento da seguire; inoltre, è fondamentale mantenersi idratati bevendo molta acqua e osservando una dieta ricca di fibre e vitamine.

I nostri capelli seguono un ciclo di vita che varia dai due ai sei anni, e ognuno di essi cade e ricresce circa venti volte prima di morire del tutto. Le stagioni di transizione, come primavera e autunno, provocano una accelerazione del ciclo di vita proprio del capello, causata dal cambiamento climatico e delle ore di luce.

Quando dobbiamo preoccuparci della caduta dei nostri capelli in primavera?

In questa stagione, è normale arrivare a perdere sino a 400 capelli al giorno, dato che questi, nella maggior parte dei casi, ricrescono nei mesi successivi. Ma se la caduta dei capelli dura più di qualche settimana e ci accorgiamo di qualche variazione nella nostra chioma, potrebbe esserci un problema.

Se notiamo un assottigliamento del fusto, o delle zone diradate, nelle quali si intravede il cuoio capelluto, è bene contattare un esperto per analizzare la situazione e agire tempestivamente, per evitare problemi peggiori e cominciare subito a infoltire i capelli.

Nei nostri studii di tricologia a Padova e Brescia, offriamo senza impegno la prima consulenza proprio per valutare problematiche come queste, e capire assieme già al primo incontro qual è la linea migliore da seguire.

Prenota qui la tua consulenza gratuita!



Richiedi una consulenza gratuita

Letto 1318 volte Ultima modifica il Martedì, 07 Febbraio 2017 09:25

Pagina Facebook

Più Popolari