Nell’epoca dei social network, in cui apparire è diventato un mestiere, è nato un interesse particolare per la cura dei capelli e del viso in quanto elementi estetici per eccellenza.

Ne hanno approfittato alcune aziende americane che hanno proposto degli integratori che promettono miracoli. Ma il vero colpo è stato quello di farli pubblicizzare dalle star di Hollywood che nei loro profili Instagram non perdono occasione per decantarne le qualità. 

In città o in vacanza, il tempo non è mai troppo poco per salvaguardare la salute dei capelli prestando attenzione a poche e semplici regole.

Se noti chiazze di circa 3 cm sulla barba, completamente prive di peli potresti già essere familiare con il concetto di alopecia della barba; magari sei già in cura o stai considerando l’idea di affidarti ad un tricologo specializzato. In ogni caso, ecco 3 consigli utili per facilitare la cura dell’alopecia della barba. 

La tricopigmentazione è una tecnica che permette di mascherare la perdita dei capelli senza ricorrere a trattamenti invasivi o chirurgici. Si copre la zona affetta da calvizie grazie alla pigmentazione del cuoio capelluto simulando un effetto rasato, e si camuffano zone diradate ricostruendo un effetto infoltimento sui capelli di media lunghezza. 

La perdita dei capelli rappresenta un problema per molte persone, soprattutto per coloro che sono restii ad intraprendere un percorso che preveda un trattamento chirurgico;

il vostro tricologo vi ha mai parlato della tricopigmentazione

Pagina Facebook

Più Popolari